// post...

Timesnewroman

Cordialità

“cordialità”
“gradito omaggio”
“chiedo cortesemente”

Ora, io non voglio pontificare o puntualizzare per puro autocompiacimento, ma santo dio, se mi scrivi una email e, salutandomi, mi dici “cordialità” io che devo pensare? Sì, lo so, i saluti sono ormai tanto “cordiali” quanto abusati, ma con “cordialità” cosa vuoi dirmi? che tu speri che la nostra relazione epistolare si svolga all’insegna della cordialità piuttosto che, come evidentemente sarebbe naturale, dell’astio e del rancore? Quindi mi stai dicendo pressapoco questo:
“cara canaglia, so che tu sei un poco di buono naturalmente portato al rancore, e quindi ti prego di mantenere un comportamento cordiale almeno per la durata della nostra fugace relazione epistolare”. Ok, farò il possibile.

Quanto al “gradito omaggio”… gradito da chi? Da me? e che ne sai?
A chiudere “chiedo cortesemente”, ovvero “chiedo con cortesia”… perchè avresti potuto chiedere scortesemente? O forse io stesso avrei meritato un simile trattamento? Ti ringrazio allora per la cortesia, farò di tutto per meritarla nella prossima email…

Nessun tag associato a questo articolo

Commenti

Nessun commento per “Cordialità”

Scrivi un commento

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook