// post...

For a better life

Dichiarazione di voto

In queste ore si dibatte parecchio sulla opportunità di tifare Italia. Tifare Italia nonostante calciopoli, nonostante i nostri ricchi calciatori debosciati, nonostante tutto.
Io mi ricordo di aver tifato nell’86 per la Russia, nel 90 per l’Olanda di Van Basten, nel 94 per Sacchi, nel 98 ancora per l’Italia, nel 2002 contro ogni tipo di cultura calciofila esotica (coreani, americani, cinesi, sauditi, ecc.). Quest’anno di certo simpatizzerò per l’Olanda di Van Basten (che per me continua ad essere equiparabile al bambinello), di certo tiferò contro gli odiati USA, di certo tiferò contro la cattolica Polonia, di certo simpatizzerò per le africane. Ma soprattutto tiferò perchè finalmente il calcio torni a casa. Chè non se ne può più di seminfinali improbabili e di nuovi mondi che si aprono al calcio; il calcio è fatto di Brasile, di Argentina, di Francia, di Germania. Se avessimo voluto una finale Pakistan-Namibia avremmo organizzato un torneo di cricket, semmai. E poi non tiferò per l’Italia, per indomabile spirito di contraddizione, ma quando subirà gol mi incazzerò, perchè l’Italia, seppure non riesca a considerarla una patria, è comunque un posto dove ho un sacco di amici.

Nessun tag associato a questo articolo

Commenti

Un commento per “Dichiarazione di voto”

  1. Dai puoi anche dirlo che tifi per l’Italia, fare outing è di moda ormai

    Scritto da mucio | Giugno 13, 2006, 14:32

Scrivi un commento

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook