// post...

Mano sinistra

Il secolo inutile

Berlusconi Silvio, 2006: “Noi vogliamo un’Italia che non diventi un paese plurietnico, pluriculturale, siamo fieri della nostra cultura e delle nostre tradizioni“.

Mussolini Benito, 1920‘: “Primo pilastro fondamentale dell’azione Fascista è l’italianità, cioè: noi siamo orgogliosi di essere italiani, noi intendiamo, anche andando in Siberia, di gridare ad alta voce: Siamo Italiani ! Ora è appunto tutto questo che ci separa da molta altra gente che è così grottesca e piccina e che nasconde la sua italianità perché in Italia c’era una volta l’80% di analfabeti. Analfabeta non significa niente, perché anche la piccola mediocre istruzione elementare può essere peggiore dell’analfabetismo puro e semplice. E’ vecchia idealità quella di credere che è più intelligente uno che sa scrivere di uno che, essendo forse più intelligente non lo sa.
Quella gente si vergogna, per esempio, se gli emigranti italiani distribuiscono qualche generosa coltellata: ma tutto questo è un modo molto brillante di dimostrare che gli italiani non sono vigliacchi nè rammolliti e che hanno il mezzo di difendere l’italianità quando i consoli non sanno difenderla. Ora noi rivendichiamo l’onore di essere italiani, perché nella nostra penisola, meravigliosa e adorabile s’è svolta la storia più prodigiosa e meravigliosa del genere umano

In 86 anni probabilmente si è svolta l’intera esistenza di un simpatico vecchietto, uno che ne ha viste di cotte e di crude, uno che probabilmente si è innamorato, ha messo al mondo dei figli, ha lavorato facendosi il culo in qualche fabbrica del nordest, sfruttato da padroni pieni di soldi e sorrisi. Probabilmente questo vecchietto ha sperato in qualcosa e dopo si è rassegnato, magari si è indignato per le schifezze di un paese cresciuto ad orgoglio e cipolle, luii che di cipolle poi non ne voleva più sentir parlare. Io me lo immagino oggi quel vecchietto, che si appresta a morire, e si guarda indietro un’ultima volta: guarda la sua vita e il suo paese, la sua storia e la nostra storia. Poi si gira e si tira le coperte. Inutilmente, anche questa volta.

Tags: , ,

Commenti

Nessun commento per “Il secolo inutile”

Scrivi un commento

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook