// post...

Mano sinistra

Se io fossi il ceto medio

Se io fossi il ceto medio ora mi sentirei chiamato in causa.
Se io fossi il ceto medio, tutto il ceto medio, ora mi chiamerei a raccolta.
Mi sentirei preso per la giacca dal governo.
Mi sentirei preso per la gola dalla finanziaria.
Se io fossi il ceto medio guadagnerei 5000€ al mese e altrettanti ne darei allo Stato.
Avrei una casa di proprietà e pagherei le tasse anche su quella.
Ne pagherei più di tutti.
Se io fossi il ceto medio protesterei civilmente, perchè non conosco altre forme di protesta.
Mi farei sentire dai miei rappresentanti, farei valere la mia forza e la mia opinione.
Se io fossi il ceto medio avrei sudato per raggiungere la mia posizione.
Avrei studiato per anni. E avrei lottato per realizzarmi: contro la burocrazia e contro le raccomandazioni.
Se io fossi il ceto medio vorrei lasciare tutto quello che ho relizzato ai miei figli, e ai figli dei miei figli.
Se io fossi il ceto medio sarei cattolico e avrei a cuore la solidarietà
Se io fossi il ceto medio sarei tollerante con tutti, purchè si rispettino le nostre leggi.
Sei io fossi il ceto medio penserei che chiunque può realizzarsi, impegnandosi e lottando.
E penserei che la vita è una gran bella cosa.
Se io fossi il ceto medio andrei con questa convinzione in un ferramenta.
cercherei un trapano elettrico e tornerei a casa.
Se io fossi il ceto medio punterei il trapano contro la mia pancia e comincerei a trapanare.
Se io fossi il ceto medio aspetterei che la punta entri fino alle budella e mi farei spazio tra i brandelli di carne e sangue.
Metterei da parte poi il trapano.
Se io fossi il ceto medio guarderei dentro le mie budella con una forchetta da cucina.
Cercherei con cura e frugherei dentro ogni lembo di stomaco sfibrato.
Se io fossi il ceto medio.
Vorrei avere la certezza che la mia vita si regge su l’ordine dei pezzi di carne che mi stanno dentro.
Proverei ad invertirne il senso. E poi a mangiarne gli avanzi.
Se io fossi il ceto medio cercherei di mischiarmi con le feci dopo aver ingoiato la mia carne.
E poi ingoierei ancora, e poi ancora, fino a non essere nient’altro che pancia.
Pancia che mangia se stessa.
Allora, se io fossi il ceto medio, mi fermerei a pensare.
A quant’è ingiusto il mondo, visto dalla parte della merda.

Tags: ,

Commenti

3 commenti per “Se io fossi il ceto medio”

  1. “Se io fossi il ceto medio vorrei lasciare tutto quello che ho relizzato ai miei figli”
    Infatti Prodi, grazie all’abolizione della tassa sulle donazioni fatta da Berlusconi, ha regalato ai figli 800.000 euro

    Scritto da Camelot Destra Ideale | Settembre 29, 2006, 22:24
  2. qui si rosica…

    Scritto da spike | Ottobre 2, 2006, 12:30
  3. Ha ragione Camelot Destra Ideale.

    Scritto da Graziano | Novembre 2, 2006, 09:36

Scrivi un commento

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook