// post...

Mano sinistra

Esser sicuri

Sarà una conseguenza di anni di marketing ovunque, del predominio della comunicazione ad ogni costo, sarà forse solo una conseguenza del caldo di questi tempi sudaticci e sciroccati, ma non pare si possa far a meno di uno slogan pret-à-porter in una qualsiasi convention dal buffet di livello e dalle sedie laccate.

La sicurezza non è nè di destra nè di sinistra - si dice, alludendo ad essa come ad un diritto fondamentale. Eh giù applausi. E l’elettore di terza fila se ne torna a casa convinto di aver trovato una sintesi convincente di ciò che anche lui andava rimuginando da giorni sopra il campari e vino. Eh certo, però questa, dal basso del mio scetticismo veteropopulista, ha tutta l’aria di essere una cazzata.
Una poderosa cazzata.
La sicurezza non ha colore politico semplicemente perché un diritto non può averne. E anzi, dicendo che un diritto è anche di sinistra si pone l’accento più su quell’”anche”, che non sul “di sinistra”. Come a voler mandare un sottile messaggio ai compagni irrequieti oltre il fiume kwai: “dài ragazzi, non possiamo giustificare la delinquenza degli extracomunitari clandestini, su questo dobbiamo scendere a patti con la destra e trovare
una soluzione responsabile”. Certo, se il lettore di repubblica ci viene a raccontare che lui da un po’ di tempo si sente vagamente razzista noi siamo tutti con lui. Figurarsi, noi ne abbiam piene le palle di rumeni e marocchini. E allora passi la soluzione responsabile, quella che sporca meno, per intenderci.
Eh no. Non mi sta bene che qualunque porcata sia fatta passare sotto il paralume della responsabilità. Se sei un politico di sinistra, e se credi nei valori della sinistra non devi sforzarti di trovare una soluzione responsabile.
Devi trovare una soluzione di sinistra.
Anche perché mi pare che il tuo senso di responsabilità sia talmente ben pagato da poter essere considerato un presupposto, non una concessione.
E allora se tu fossi di sinistra dovresti chiederti perché il rumeno fa il rumeno e perché lo svedese se ne sta tranquillo ad esportare mobili. Alla scuola delle deduzioni si arriva quando si è già oltrepassata la linea della coscienza, e per quella scuola non servono valori, bastano la pancia e i suoi movimenti sussultori. Per una deduzione basta un politico di destra.
Se sei di sinistra quando vedi un effetto ti sforzi di pensare alla causa, non ad eliminare l’effetto.
Siam sempre stati dalla parte degli indiani e delle zanzare, mai del flit e dei repulisti.
Ma dietro il tuo slogan c’è una convinzione costruita a forza di puntate di happy days e di belle e tranquille giornate domenicali. C’è la certezza che il mondo, grosso modo, va bene così. Ed è in quel grosso modo che si nasconde il tuo bisogno di sicurezza. E lì che si nascondono il rumeno e la siringa del marocchino. E lì dentro a due sole spanne da un mondo che potrebbe essere meraviglioso ti vien voglia di far piazza pulita, così, senza pensarci. Perché un cancro così inessenziale non merita giustificazioni sociologiche e tavole rotonde. E’ solo un male senza motivazioni, come una mosca nel piatto. Basta eliminarla e torni ad esser sicuro.
Se tu sei di sinistra vuoi la sicurezza e pensi all’uguaglianza. Non viceversa.
Se tu sei di sinistra e vedi una mosca nel piatto ti meravigli che quella mosca sia venuta a morire proprio nella tua pasta.
Se sei di sinistra pensi che quella mosca avrebbe avuto ben diritto ad avere una merda migliore.
Se sei di sinistra.

Nessun tag associato a questo articolo

Commenti

6 commenti per “Esser sicuri”

  1. Pienamente d’accordo. Io però definirei la sicurezza un valore più che un diritto.
    Ed in quanto valore, un valore totalmente dei ricchi, borghese. Solo chi ha dei privilegi da difendere tira in ballo la sicurezza. Se poi ci aggiungi anche meno tasse per tutti, allora tanto varrebbe la pena votare per Silvio, che dice le stesse cose e no se ne parla più.

    Scritto da gpdc81 | Luglio 3, 2007, 21:00
  2. io penso di essere di sinistra, e probabilmente, nel concreto, anche piu’ di te, ma sicuramente non nel tuo immaginario…
    pero’ non sono mai stato dalla parte delle zanzare…
    e credo che la sicurezza sia un diritto, senza codicilli di “sinistra”…
    e se vedo un effetto che non va bene, cerco di eliminarne la causa, non di limitarmi ad osservarla ed ad elucubrarci sopra….
    ci sarebbe da discutere per una vita… ma l’ideologia e’ un punto di partenza sbagliato…

    Scritto da Mikecas | Luglio 3, 2007, 21:13
  3. la sicurezza guadagnata a forza di ronde e manganelli non mi pare miri alle cause… quanto all’ideologia, si tratta (wikipedia docet) di un insieme di idee, solitamente organizzato in un sistema più o meno coerente. Rinunciare alla necessità di coerenza per lasciar libero spazio di sussistenza ad idee comode e pacificamente dolciastre non mi pare uno sforzo intellettuale. Mi pare una semplice scorciatoia per il qualunquismo. Ma di questo parlerò più in là.

    Scritto da azael. | Luglio 3, 2007, 21:33
  4. noto, non tanto sorpreso, che identifichi la sicurezza con quella “guadagnata a forza di ronde e manganelli”, come se fosse l’unico modo….
    in quanto all’ideologia, basta un banale dizionario…. wikipedia e’ spesso di parte… e dei tanti significati, era ovvio che quello che intendevo io era di una idea preconcetta, sovrapposta alla realta’….
    Probabilmente vale la pena parlarne di piu’… ci si chiarisce anche meglio….

    Scritto da Mikecas | Luglio 3, 2007, 21:42
  5. io sono di sinistra e tu mi metti spesso in crisi. Tu hai ragione da vendere spesso ma ho il dubbio resteremmo in pochi di sinistra A volte però è meglio pochi ma buoni.

    Scritto da ivan | Luglio 4, 2007, 21:48
  6. Sono di sinistra, voglio la sicurezza e penso all’uguaglianza. Non viceversa.
    Sono di sinistra, vedi una mosca nel piatto ti meravigli che quella mosca non sia dell

    Scritto da andrea | Luglio 5, 2007, 17:45

Scrivi un commento

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook