Cassetta postale: guida all’acquisto

Quando si necessita di installare delle cassette postali in un edificio, possono esserci dei dubbi che vengono in mente circa la tipologia da acquistare e l’esatta collocazione. Le cassette dovrebbero essere tutti uguali? Che dimensioni dovrebbero avere? Devono essere fissate al muro? Dove vanno posizionate? 

Pertanto, in questo post ti aiuteremo a conoscere i requisiti e le peculiarità di ogni modello di casella di posta, che dovrai tenere a mente per capire come installarle correttamente in condominio o altro tipo di edificio.

Punti salienti relativi alle cassette postali condominiali:

  1. Le cassette postali devono essere posizionate in un luogo ben visibile, luminoso e ben fissate al muro o al pavimento, per evitare che possano essere facilmente spostate.
  2. Ci devono essere tante cassette postali quanti sono gli appartamenti. Inoltre, devono essere ordinate da sinistra verso destra per piano e porte, e riportare la corrispondente identificazione dell’abitazione di appartenenza (il cognome delle persone che vi abitano).
  3. I cognomi dovrebbero essere segnati con etichette autoadesive che siano durevoli.
  4. Le cassette postali devono essere raggruppate in un’area comune con facile accesso dalla strada in modo che il postino possa entrare e trovarle senza difficoltà.
  5. Il postino dovrebbe passare al massimo  attraverso una porta per accedere alle cassette postali.

Sebbene le cassette postali siano elementi comuni in un condominio, ogni proprietario è responsabile della propria cassetta e del fatto che le informazioni su di essa riportate siano corrette e di facile lettura.

Quali sono gli obblighi del condominio relativamente alle cassette postali?

Il condominio deve conoscere e applicare le regole di base sul come e dove installare le cassette postali, per garantire che tutto avvenga nel modo corretto. Inoltre, ha la responsabilità di fare in modo che le cassette siano sempre in perfette condizioni. Nello specifico bisogna:

  1. Installare le caselle di posta tenendo conto che ogni proprietario deve avere la sua. 
  2. Coprire i costi di installazione di nuove cassette postali, se quelle esistenti vengono danneggiate. 
  3. Occuparsi di eventuali riparazioni previa approvazione dell’assemblea.

L’eventualità per la quale le cassette postali vengano installate in modo errato, danneggiate o siano prive di informazioni, può causare la perdita della corrispondenza da parte del proprietario. Per questo consigliamo di avere le cassette postali sempre in buono stato e nel rispetto delle normative.

Cosa succede se la cassetta non è a norma?

Nel caso in cui la cassetta postale non rechi il cognome del titolare, o nel caso in cui questa sia collocata in un punto difficile da raggiungere per il postino all’interno del condominio, ad esempio all’interno di una stanza con porta chiusa a chiave, in questo caso il postino avrà delle oggettive difficoltà relative alla consegna e andrà ad emettere un avviso di giacenza. Ciò significa che il ritiro della busta o corrispondenza avverrà direttamente presso l’ufficio postale. Per questo motivo è bene sempre fare attenzione affinché le cassette postali siano sempre idonee e rispettino tutti i requisiti richiesti, così da non avere problemi in futuro.

Cosa prevede la legge?

La legge prevede, relativamente alle cassette postali, che le stesse debbano essere collocate in un punto facilmente accessibile al portalettere. È inoltre previsto che le cassette debbano avere forma e dimensioni tali da consentire di ospitare facilmente le missive e piccole buste, così come una apertura che permetta di introdurre la posta senza difficoltà.

Dunque ci sono alcune cose di cui il condominio deve tenere conto nel momento in cui va a posizionare le nuove cassette della posta. I diversi modelli esistenti in commercio consentono certamente di trovare una soluzione che bene si adegua anche allo stile architettonico e ai colori presenti nell’ambiente in cui questa viene collocata.