// archivi

Fa niente

Non fa nulla. Aspetta l’ora di uscire e il che suo orologio, appoggiato sul tavolo, faccia il suo lavoro. Nella scrivania ci sono le solite cose, e lui ormai le ignora. Il collega ce l’ha di fronte e nemmeno lo vede. Niente, non fa niente. Nemmeno si annoia.

Si dice che dio il mondo l’abbia creato per noia e che poi, come un bambino viziato lo abbia abbandonato in un angolo.

Lui il mondo nemmeno l’avrebbe pensato.

Perchè la noia richiede fatica e chi ce l’ha la sua parte l’ha già fatta. Lui no, lui non lavora, non si stanca e non si annoia.
Persiste, si direbbe. Come una lampadina spenta…

La Grande Migrazione

Oggi, da qualche parte nella valle del Serengeti, uno gnu si sveglia e decide che il suo posto non è più quello. L’ungulato si alza sulle esili e lunghe zampe, getta uno sguardo ai suoi zoccoli e inizia a galoppare, senza voltarsi indietro.
Oggi , da qualche parte al […]

Le ferie del trentenne

Le ferie del trentenne non sono affatto semplici da descrivere. Il trentenne non va in ferie perchè ne ha bisogno, nè perchè deve partire per un bel viaggio. Il trentenne va in ferie per non dover lavorare. Le sue ferie sono una rivolta, una ribellione. Ma per sentirsi pienamente un non-lavoratore deve avere qualcosa che […]

Ultimi commenti

  • st patricks day shirts calgary: pregancy is quite critical and also requires more of your time so...
  • menta: Ciao popolo del formaggio no. Io rispetto chi lo mangia ma anche chi non lo ritiene cibo...
  • Giulio: Ciao a tutti. Volevo chiedere una cosa un pò particolare, a me i formaggi stagionati non...

Poesie da decubito su Facebook