// home

L'ultimo Post

Considerazioni inattuali sopra il tentativo di lavare casa una domenica pomeriggio. Un saggio morale.

1. non è possibile lavare un tappeto senza contravvenire ad almeno uno dei principi della termodinamica 2. se qualcuno vi dice di aver lavato un tappeto vi sta mentendo, forse vi odia 3. la Grecia sta fallendo perché ha smesso di raccogliere le monetine sotto al letto 4. i prodotti per la pulizia del bagno puzzano di apocalisse [...]

Pruriti by terza.tumblr.com

  • Ma uno che quando dà la mano ha la mano moscia, lo sa di avere la mano moscia? Si rende conto di porgere una mano molliccia e inerme come un filetto di platessa in umido e, consapevolmente, decide di abbandonarla nella mano tesa come uno scroto vuoto? O forse pensa che siano gli altri ad essere volgari bruti stritolatori di mani? La sindrome della mano moscia non sarà mica dovuta ad una scarsa comunicazione tra cervello e filetto di platessa? E in questo caso, perché la comunità scientifica non si attiva per far fronte a un problema che sta diventando progressivamente allarme sociale? E se invece la manomoscite fosse una sotterranea forma di ribellione alla dittatura delle mani prensili? E se finissero per vincere loro? Chi terrà in mano le cose? Chi stringerà patti? Chi sosterrà con mano ferma e sicura gli aspiranti suicidi pendenti dai cornicioni? Forse non lo sapete, ma all'inferno c'è un intero girone per quelli che danno la mano moscia, ed è fatto completamente di albume. #

  • #

  • se riuscissimo a far accoppiare Gianni Morandi e Samantha Cristoforetti potremmo far nascere un Messia interamente fatto di zucchero filato #

  • #

  • #MaiConSalvini #

Benvenuti su Terzadicopertina.com

Ultimi articoli

L’Effimera
29 Febbraio 2012
Il presepe
17 Dicembre 2010
Sante aveva un sorriso
Sante aveva un sorriso
17 Settembre 2010
Giù, a far l’Italia e gli italiani
Giù, a far l’Italia e gli italiani
23 Giugno 2010
Le cose che uno non scrive
Le cose che uno non scrive
28 Maggio 2010

Si è parlato di...

Ultimi commenti


Poesie da decubito su Facebook